PITTURA 1984 – 1990

I paesaggi di Timoncini riescono a far coincidere fedeltà e immaginazione, soggettività e valori oggettivi, sintesi e descrizione.

Non c’è dubbio che i paesaggi di Timoncini, attraverso il filtro sottile della sua immaginazione, acquistano una raffinata perspicuità, una luce diffusa o soffusa d’incanto, di miracolo; ma al tempo stesso, ugualmente, il profilo delle colline, la distesa delle pianure, la tremante presenza degli alberi, la dolcezza delle nuvole nel cielo, i colori dell’alba, del crepuscolo, del tramonto, del giorno che annotta, tutto ciò e altro ancora, non tradiscono l’intima sostanza di cui la natura palpita nella presenza definita del paesaggio dipinto. In tal modo, i paesaggi di Timoncini riescono a far coincidere fedeltà e immaginazione, soggettività e valori oggettivi, sintesi e descrizione.

Mario de Micheli – 1985

+

La Culla Della Nuvola 1985/86

PITTURA 4 - '84/'90
+

Estate Inquieta 1986

PITTURA 4 - '84/'90
+

Fine Estate 1986

PITTURA 4 - '84/'90
+

Paesaggio Con Pochi Sassi 1989

PITTURA 4 - '84/'90
+

Paesaggio Con La Paglia 1989

PITTURA 4 - '84/'90
+

Paesaggio Con Radici 1989

PITTURA 4 - '84/'90
+

L’Eco 1989

PITTURA 4 - '84/'90
+

Albero E Antenna 1990

PITTURA 4 - '84/'90
+

Tramonto Rosso 1990/91

PITTURA 4 - '84/'90
+

Nuvola Bianca 1990

PITTURA 4 - '84/'90
+

I Solchi Della Luna 1990/91

PITTURA 4 - '84/'90